Home | Site map | Contatti  
PENSIERI, PAROLE, STATI D'ANIMO.
Il nuovo libro di Claudio Maffei.
Home Page Claudio Maffei Comuniconline.it Staicomevuoi.it
  Sei in: Home

Relazioni Virtuose


CATEGORIE
 
Generale [ 331 ]


ULTIMI BLOG
 
 




yyARCHIVIO BLOG
 
Archivio completo
 


CERCA
 


ULTIMI COMMENTI
 
Un commento lucido
di : claudio maffei
Un commento lucido
di : Davide De Fabritiis
Diverso da chi
di : iris
Bella la vita!
di : Iris


16 Nov 2008
Versione stampabile  | 
I fragili aspetti dell’identità
Il concetto di “persona”, include l’immagine che abbiamo di noi stessi.
L’idea della nostra identità, del nostro status sociale, è radicata nella nostra mente e influenza costantemente il nostro rapporto con gli altri.
Quando una discussione si fa accesa, non è tanto l’oggetto del dibattito che ci infastidisce, quanto la messa in discussione della nostra identità.
E’ sufficiente che qualche parola male interpretata minacci l’immagine che abbiamo di noi stessi, perché la situazione ci appaia insopportabile, anche se le stesse parole, rivolte a qualcun altro in circostanze differenti, non ci darebbero così fastidio.
Chiunque abbia una forte immagine di se stesso cercherà di assicurarsi che sia riconosciuta e accettata da tutti.
Non c’è niente di più angosciante che vederla contestata.
Ma qual è il valore di questa identità?
E’ importante ricordare che il termine “personalità” deriva da “persona” che in latino significa “maschera” .
La maschera attraverso (per) la quale l’attore fa riecheggiare (sonat) il proprio ruolo.
A differenza dell’attore, che sa di portare una maschera, noi ci dimentichiamo spesso di distinguere tra il ruolo che svolgiamo nella società e la nostra natura più profonda.
Di solito siamo spaventati all’idea di affrontare il mondo senza alcun riferimento, e quando dobbiamo abbandonare maschere e titoli siamo presi dalla vertigine dell’ignoto: se non sono più musicista, scrittore, impiegato, colto, bello o forte, chi sono?
Eppure l’assenza di etichette è la migliore garanzia di libertà, il modo più agile, leggero e gioioso di attraversare il mondo.
Non essere più vittime delle menzogne dell’ego non ci impedisce affatto di alimentare una forte determinazione per ottenere gli obiettivi che ci siamo prefissati e di godere in ogni istante la ricchezza delle nostre relazioni con il mondo intero.
Anzi, accade proprio l’esatto contrario.
(Matthieu Ricard)
 
Generale
postato da  Claudio Maffei alle  17:56 | commenti presenti [2]


COMMENTO BLOG


postato da   Iris 16 Nov 2008 alle 21:47
Ciao, claudio..

(vittime di menzogne, dell ego)
io direi che è un disturbo....
Il valore dell identità è essere se stessi, costruire quello che vogliamo essere nella vita, il fatto di essere accettati dalla società..odierna.....non importa
importa solo....Essere se stessi,questa è libertà....

con affetto Iris
 




postato da   Barbara Puccio  [ http://barbara-ilblogdibarbara.blogspot.com ] 21 Nov 2008 alle 11:55
Credo che la costruzione di un'identità sia un'ancora di salvezza nel periodo adoloscenziale della nostra vita. Ciò che affermi è vero nell'età adulta quando la nostra consapevolezza è in grado di scegliere in autonomia ed è in grado "di attraversare il mondo".

Saluti
 




AGGIUNGI COMMENTO
(*) campi obbligatori
autore (*) :
indirizzo email :
url :
 
  grassetto corsivo sottolineato inserisci link inserisci collegamento email centra elenco non ordinato elenco ordinato inserisci immagine testo quotato emoticon smile
 
commento (*) :

html code

ubb code

caratteri massimi : 1000

+
- +
-
caratteri rimanenti :
Ricordati di me :
Codice di verifica:

Per inserire il commento devi digitare le lettere e numeri riportati nell'immagine, rispettando i caratteri maiuscoli/minuscoli.
 
 
 


 Stampa questa pagina
 
 © Comuniconline.it - Web Project Graffiti 2000