Home | Site map | Contatti  
PENSIERI, PAROLE, STATI D'ANIMO.
Il nuovo libro di Claudio Maffei.
Home Page Claudio Maffei Comuniconline.it Staicomevuoi.it
  Sei in: Home

Relazioni Virtuose


CATEGORIE
 
Generale [ 331 ]


ULTIMI BLOG
 
 




yyARCHIVIO BLOG
 
Archivio completo
 


CERCA
 


ULTIMI COMMENTI
 
Un commento lucido
di : claudio maffei
Un commento lucido
di : Davide De Fabritiis
Diverso da chi
di : iris
Bella la vita!
di : Iris


1 Mag 2010
Versione stampabile  | 
Scatman John
John Paul Larkin - noto come Scatman John (1942–1999) è stato un cantante statunitense di musica scat/jazz/pop/techno.
Una grave forma di balbuzie lo afflisse fin da quando iniziò a parlare e provocò profondi traumi emotivi nella sua infanzia.
A dodici anni Larkin iniziò a imparare a suonare il pianoforte mentre due anni più tardi l'ascolto di Ella Fitzgerald e Louis Armstrong gli fecero nascere l'interesse per la musica scat.
La musica permetteva finalmente a John di esprimersi. Nel 1996 dichiarò: "Suonare il pianoforte mi dava modo di parlare, mi nascondevo dietro il pianoforte per la paura di parlare."
Larkin divenne un pianista di jazz professionista. Cominciò anche a fare pesante uso di alcol e di droghe, ma quando il suo amico Joe Farrell, anche lui tossicodipendente, morì, decise di cambiare il suo modo di vivere e ci riuscì grazie anche all’aiuto di Judy, sua moglie.
Durante un suo spettacolo provò a cantare una canzone e l’ovazione del pubblico lo convinse a proseguire su quella strada. Scelse così il nome d’arte di Scatman John e registrò il suo primo singolo, Scatman (Ski Ba Bop Ba Dop Bop), una canzone che aveva l'obiettivo di convincere i bambini balbuzienti a superare la loro difficoltà di relazione con gli altri.
Fu un successo mondiale: nel 1995, a cinquantadue anni, Larkin divenne una star internazionale.
Scatman raccontò: "Quando una volta salii sul palco, in Spagna, i bambini cominciarono a urlare per cinque minuti di fila e io non potei iniziare a cantare".
Nella sua carriera Scatman John ha ricevuto 14 dischi d'oro e 18 di platino. In Giappone era così celebre che i negozi di giocattoli vendevano bambolotti con le sue fattezze e la sua immagine appariva in molte schede telefoniche e sulle lattine di Coca-Cola.
Nel 1999, Scatman John fece uscire il suo terzo e ultimo album, Take Your Time, ma già dall’anno prima era in lotta con un cancro al polmone, la malattia che lo avrebbe portato alla morte. Larkin continuò a lavorare nonostante il consiglio di ridurre il carico di impegni per curare meglio la propria salute.
Durante il periodo della malattia mantenne un atteggiamento positivo.
Un giorno dichiarò: "Qualunque cosa Dio vuole per me va bene...Ho avuto una bella vita. Ho provato la bellezza ".
John Paul Larkin morì serenamente nel tardo pomeriggio del 3 dicembre 1999 nella sua casa di Los Angeles.
In un'intervista del 1996 Larkin aveva detto: "Io spero che i bambini, mentre ascoltano le mie canzoni o ci ballano sopra, sentano che la vita non è tutta così brutta. Anche solo per un minuto".
Di Scatman John, oltre alla sua musica, ci piace l’atteggiamento positivo, l’allegria, l’essere riuscito a superare problemi e momenti difficili e la voglia di trasmettere agli altri la sua forza e la sua gioia di vivere.
Ma adesso è il momento di lasciare spazio alla musica è alla voce di Scatman John.
Puoi ascoltarlo cliccando sui seguenti link:

Scatman (Ski-Ba-Bop-Ba-Dop-Bop)
http://www.youtube.com/watch?v=fEVUKofgNrU

Scatman's World
http://www.youtube.com/watch?v=yOtJqAlrjio


Everybody Jam!
http://www.youtube.com/watch?v=4VaJVDHRpvA


Un grazie a Renato de Rosa
FREE MIND Tecniche e corsi per combattere condizionamenti e barriere mentali con il gioco, il divertimento ed il sorriso

 
Generale
postato da  Claudio Maffei alle  11:22 | commenti presenti [1]


COMMENTO BLOG


postato da   Iris 12 Mag 2010 alle 10:21
Ognuno di noi, ha una risorsa nascosta, che può sconfiggere quella spiacevole, besta solo accoglierla tra le braccia e aprire il cuore.
E ti accorgerai che pian piano, le barriere si apriranno come per magia.
Molto bella la musica
quasi quasi.....vado a fare quattro salti.
con affetto iris
 




AGGIUNGI COMMENTO
(*) campi obbligatori
autore (*) :
indirizzo email :
url :
 
  grassetto corsivo sottolineato inserisci link inserisci collegamento email centra elenco non ordinato elenco ordinato inserisci immagine testo quotato emoticon smile
 
commento (*) :

html code

ubb code

caratteri massimi : 1000

+
- +
-
caratteri rimanenti :
Ricordati di me :
Codice di verifica:

Per inserire il commento devi digitare le lettere e numeri riportati nell'immagine, rispettando i caratteri maiuscoli/minuscoli.
 
 
 


 Stampa questa pagina
 
 © Comuniconline.it - Web Project Graffiti 2000