Home | Site map | Contatti  
PENSIERI, PAROLE, STATI D'ANIMO.
Il nuovo libro di Claudio Maffei.
Home Page Claudio Maffei Comuniconline.it Staicomevuoi.it
  Sei in: Home

Relazioni Virtuose


CATEGORIE
 
Generale [ 331 ]


ULTIMI BLOG
 
 




yyARCHIVIO BLOG
 
Archivio completo
 


CERCA
 


ULTIMI COMMENTI
 
Un commento lucido
di : claudio maffei
Un commento lucido
di : Davide De Fabritiis
Diverso da chi
di : iris
Bella la vita!
di : Iris


16 Mar 2016
Versione stampabile  | 
La mappa non è il territorio
Un imprenditore del settore calzaturiero è prossimo a cedere il timone dell’azienda.
Per operare la scelta migliore decide di inviare i due figli in due
diversi paesi dell’Africa, promettendo loro che chi avrebbe venduto più
scarpe in un mese sarebbe diventato il suo successore.
Il primo figlio, appena arrivato, nota con disappunto che tutti gli abitanti
sono senza scarpe. Telefona subito al padre dicendo: «Qui tutti gli abitanti del
paese sono scalzi, non abbiamo alcuna possibilità di vendere scarpe, domani
ritorno in Italia».
Anche il secondo figlio nota che tutti gli abitanti sono senza scarpe. Telefona
al padre dicendo: «Papà, qui tutti gli abitanti fortunatamente sono
senza scarpe: mandamene subito un ingente quantitativo perché prevedo di
realizzare un grosso volume di vendite».
Mappa e territorio, intenzione e risposta
Uno dei più efficaci condizionamenti neuroassociativi è la ristrutturazione:
parte dal presupposto che nessuna esperienza che ci accade è positiva
o negativa in sé; ciò che la rende tale è il modo in cui la rappresentiamo a
noi stessi.
Una delle affermazioni fondanti della programmazione neurolinguistica
è infatti questa: la mappa non è il territorio. Il menu che sfogliate al ristorante
è una descrizione del cibo, non il cibo.
Se trasferiamo questo principio nell’ambito della vendita, capiamo che
uno degli errori di molti venditori è pensare che il cliente percepisca il prodotto
o servizio esattamente come essi stessi lo percepiscono. Il venditore che
conosce i condizionamenti neuroassociativi, invece, dimentica momentaneamente
la propria mappa del mondo per comprendere quella del cliente.
Il risultato di ogni comunicazione non sta nelle intenzioni di chi comunica,
ma nella risposta che si ottiene. Questo principio discende dall’enunciato
«la mappa non è il territorio».
Ogni persona possiede una propria mappa. Se rivolgete un complimento
a qualcuno (intenzione), e ricevete un insulto (risposta), non è l’altro che
non ha capito: siete voi che dovete modificare la vostra strategia.
Quando parlo di vendita, lo faccio nel senso più ampio del termine. Infatti
ognuno di noi, in ogni momento, vende qualcosa a qualcuno: la propria immagine,
le proprie idee, i propri sentimenti. Vendere significa soprattutto comunicare.
Infatti, il marketing esiste da cinquant’anni perché esistono le imprese;
la comunicazione esiste da un milione di anni perché esistono le persone.
Le relazioni sentimentali, l’amicizia, qualsiasi lavoro, tutti gli ambienti in
cui ci troviamo a vivere hanno profonde analogie con la vendita.
Un buon venditore è soprattutto una persona di buone capacità relazionali.
L’ascolto attivo, la flessibilità, la creatività e la disponibilità sono i pilastri
delle sue buone relazioni.
 
Generale
postato da  Claudio Maffei alle  16:11 | commenti presenti [0]


COMMENTO BLOG


AGGIUNGI COMMENTO
(*) campi obbligatori
autore (*) :
indirizzo email :
url :
 
  grassetto corsivo sottolineato inserisci link inserisci collegamento email centra elenco non ordinato elenco ordinato inserisci immagine testo quotato emoticon smile
 
commento (*) :

html code

ubb code

caratteri massimi : 1000

+
- +
-
caratteri rimanenti :
Ricordati di me :
Codice di verifica:

Per inserire il commento devi digitare le lettere e numeri riportati nell'immagine, rispettando i caratteri maiuscoli/minuscoli.
 
 
 


 Stampa questa pagina
 
 © Comuniconline.it - Web Project Graffiti 2000