Home | Site map | Contatti  
PENSIERI, PAROLE, STATI D'ANIMO.
Il nuovo libro di Claudio Maffei.
Home Page Claudio Maffei Comuniconline.it Staicomevuoi.it
  Sei in: Home

Relazioni Virtuose


CATEGORIE
 
Generale [ 331 ]


ULTIMI BLOG
 
 




yyARCHIVIO BLOG
 
Archivio completo
 


CERCA
 


ULTIMI COMMENTI
 
Un commento lucido
di : claudio maffei
Un commento lucido
di : Davide De Fabritiis
Diverso da chi
di : iris
Bella la vita!
di : Iris


3 Mar 2007
Versione stampabile  | 
Intelligenza emotiva per manager di successo
Quali sono i fattori che portano una persona ad avere successo?
Di fronte a questa domanda forse in cima metteremmo:intelligenza vivace, carriera scolastica brillante, competenze professionali, classe sociale abbiente, fisico avvenente e qualche circostanza favorevole.
Tutto vero, ma non basta.
Pensiamo a una persona intelligente, brillante, competente, ma anche arrogante, irascibile, incapace di trattare con gli altri e di gestire le proprie emozioni. Non è sicuro che avrà successo, sono necessarie altre caratteristiche, quelle che Daniel Goleman definisce come “intelligenza emotiva”.
L’intelligenza emotiva si fonda da un lato su competenze personali, legate al modo in cui controlliamo noi stessi, ci motiviamo e continuiamo a perseguire un obiettivo nonostante le frustrazioni, gestiamo i nostri stati d'animo.
Dall’altro lato, si fonda su competenze relazionali, legate al modo in cui gestiamo le relazioni con gli altri. Tra queste, merita un’attenzione speciale l’empatia.
Essere empatici significa far risuonare dentro di sé i sentimenti degli altri come se fossero i propri. È l'accettazione incondizionata degli stati d'animo così come vengono offerti nella relazione.
Non possiamo discutere o negoziare il modo in cui gli altri provano un'emozione: possiamo discutere o disapprovare i comportamenti, ma non le emozioni sottostanti. Nell'essere empatici, accanto alla condivisione dei sentimenti, c'è anche la valorizzazione degli altri, che si manifesta nel credere nelle persone, nel mettere in risalto e potenziare le loro abilità, nel sostenere la loro autonomia, nel rispettare le loro diversità individuali, etniche e ideologiche, nell'utilizzare le differenze come opportunità al di là di ogni pregiudizio.
La vera missione di un manager è sviluppare e gestire talenti, applicare quei talenti a tutto ciò che l’azienda fa, per il bene dei clienti, per creare partnership e profitto.
Di tutto ciò si è discusso ieri con Alessandro Lucchini ( www.magiadellascrittura.it ) Paolo Iabichino e ottanta direttori e presidenti di banche!
( Si, banche, avete capito bene! ;-) ).
 
Generale
postato da  Claudio Maffei alle  18:20 | commenti presenti [2]


COMMENTO BLOG


postato da   Luca Cattoi  [ http://www.lucacattoi.it ] 5 Mar 2007 alle 18:34
Ridere spesso e di gusto; ottenere il rispetto di persone intelligenti e l’affetto dei bambini; prestare orecchio alle lodi di critici sinceri e sopportare i tradimenti di falsi amici; apprezzare la bellezza; scorgere negli altri gli aspetti positivi; lasciare il mondo un pochino migliore, si tratti di un bambino guarito, di un’aiuola o del riscatto da una condizione sociale; sapere che anche una sola esistenza è stata più lieta per il fatto che tu sei esistito. Ecco, questo è avere successo.

(Ralph Waldo Emerson)

Buona Settimana, Luca :)
 




postato da   Roberta Collina (parolamia06)  [ http://lodireicosi.splinder.com ] 6 Mar 2007 alle 15:05
Tutto giusto, indubbiamente.
Però penso anche che, prima di provare ad emozionare gli altri, occorra riuscire ad emozionare se stessi, trovare nelle proprie aspirazioni il gusto e il piacere di realizzarle, piangere di gioia, temere di non essere all'altezza, sfidarsi e superarsi ogni giorno un pò di più, non prendersi mai troppo sul serio, accettare di rinegoziare continuamente il proprio punto di vista in funzione di quello degli altri ma senza perdere per questo la propria identità.
Perchè se dentro non riusciamo a trovare una "ragione emotiva" per noi stessi, difficilmente riusciremo ad offrire emozioni a qualcuno.
 




AGGIUNGI COMMENTO
(*) campi obbligatori
autore (*) :
indirizzo email :
url :
 
  grassetto corsivo sottolineato inserisci link inserisci collegamento email centra elenco non ordinato elenco ordinato inserisci immagine testo quotato emoticon smile
 
commento (*) :

html code

ubb code

caratteri massimi : 1000

+
- +
-
caratteri rimanenti :
Ricordati di me :
Codice di verifica:

Per inserire il commento devi digitare le lettere e numeri riportati nell'immagine, rispettando i caratteri maiuscoli/minuscoli.
 
 
 


 Stampa questa pagina
 
 © Comuniconline.it - Web Project Graffiti 2000