Home | Site map | Contatti  
PENSIERI, PAROLE, STATI D'ANIMO.
Il nuovo libro di Claudio Maffei.
Home Page Claudio Maffei Comuniconline.it Staicomevuoi.it
  Sei in: Home

Relazioni Virtuose


CATEGORIE
 
Generale [ 331 ]


ULTIMI BLOG
 
 




yyARCHIVIO BLOG
 
Archivio completo
 


CERCA
 


ULTIMI COMMENTI
 
Un commento lucido
di : claudio maffei
Un commento lucido
di : Davide De Fabritiis
Diverso da chi
di : iris
Bella la vita!
di : Iris


4 Mar 2008
Versione stampabile  | 
La legge di attrazione
Conoscendo la legge di attrazione, volevo utilizzarla davvero e vedere cosa sarebbe successo.
Nel 1995 ho cominciato a creare una cosa a cui ho dato il nome di Tabellone della Visione: prendevo l’immagine di qualcosa che desideravo ottenere o attrarre, come un’automobile o un orologio o la mia anima gemella, e l’attaccavo su questo tabellone.
Ogni giorno, mentre ero seduto in ufficio, alzavo gli occhi verso il tabellone e cominciavo a visualizzare, dopo di che entravo davvero nello stato d’animo di aver già ottenuto la cosa desiderata.

Mi stavo preparando al trasloco. Avevo messo in magazzino tutti i mobili e gli scatoloni, e nell’arco di cinque anni avevo fatto tre traslochi. Poi sono finito in California e ho comprato questa casa; i lavori di ristrutturazione sono durati un anno, dopo di che vi ho portato tutta la roba della casa in cui avevo vissuto cinque anni prima.
Una mattina mio figlio Keenan è venuto nel mio studio e sul gradino davanti alla porta ha visto uno degli scatoloni sigillati cinque anni prima.
Mi ha chiesto: “Papà, cosa c’è in quello scatolone?” e io gli ho risposto: “Ci sono i miei Tabelloni della Visione”. Quando mi ha domandato cosa fosse un Tabellone della Visione, gli ho spiegato: “Beh, è dove segnavo tutti i miei obiettivi. Li ritagliavo e ce li attaccavo sopra come qualcosa da raggiungere nella vita”.
Ovviamente, con i suoi cinque anni e mezzo non poteva capirmi, così ho aggiunto:”Aspetta, tesoro, ti faccio vedere, così è più facile per te”.
Ho aperto lo scatolone e su un Tabellone della Visione c’era l’immagine di una casa che avevo visualizzato cinque anni prima. La cosa sconvolgente è che vivevamo proprio in quella casa.
Non in una simile, no, avevo proprio comprato la casa dei miei sogni e l’avevo ristrutturata senza neppure rendermene conto.
Ho guardato la casa e mi sono messo a piangere perché ero sbigottito.
Keenan mi ha chiesto: “Perché piangi?” e la mia risposta è stata: “Finalmente ho capito come funziona la legge di attrazione, finalmente ho capito il potere della visualizzazione.
Finalmente ho capito tutto quello che ho letto, quello con cui ho lavorato per tutta la vita, il modo in cui ho fondato le società.
Tutto questo lavorava anche per la mia casa e ho comprato la dimora dei nostri sogni senza nemmeno rendermene conto.
John Assaraf


“L’immaginazione è tutto. E’ l’anteprima delle attrazioni che la vita ci riserva”.
Albert Einstein
 
Generale
postato da  Claudio Maffei alle  09:38 | commenti presenti [0]


COMMENTO BLOG


AGGIUNGI COMMENTO
(*) campi obbligatori
autore (*) :
indirizzo email :
url :
 
  grassetto corsivo sottolineato inserisci link inserisci collegamento email centra elenco non ordinato elenco ordinato inserisci immagine testo quotato emoticon smile
 
commento (*) :

html code

ubb code

caratteri massimi : 1000

+
- +
-
caratteri rimanenti :
Ricordati di me :
Codice di verifica:

Per inserire il commento devi digitare le lettere e numeri riportati nell'immagine, rispettando i caratteri maiuscoli/minuscoli.
 
 
 


 Stampa questa pagina
 
 © Comuniconline.it - Web Project Graffiti 2000